contatto orario contatto distribuzione
 
Per info riguardo il centro ISSN, non utilizzare il telefono della
Biblioteca, ma gli appositi moduli al seguente link

Two of the most formidable problems that have faced information through the years are its overload on the one hand and its loss on the other.These are seen as interconnected with the supply and demand sides of grey literature. A quarter century ago, the Grey Literature Network Service joined by research communities in library and information, physics, karst and marine sciences, bio-medicine, nuclear energy, archeology, and many other scientific and technical fields set out to address this loss and overload of information.

In 1992, when the call for papers went out for the first conference in the GL-Series, the response was predominantly focused on the demand side of grey literature – that which was difficult to find and even more to access. The emphasis then lie in stemming the loss of grey literature. However, the outcome of that first conference also called attention to the equally important need for further research into the supply side of grey literature – namely its production, publication, and public awareness.

GL19 seeks to demonstrate how researchers and authors in the last 25 years have made significant inroads in responding to the loss and overload of grey literature. Likewise, this conference will seek to provide new directions in achieving public awareness and access to grey literature on an ever changing information landscape. To this end, information professionals and practitioners in the sectors of government, academics, business and industry are invited to preview this year’s Conference Program.

Grey Guide

Program and Conference Bureau:
Javastraat 194-HS
1095 CP Amsterdam
The Netherlands

Info and Registration: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CNR Organizational Staff Reference:

dr.ssa Stefania Biagioni (CNR Program Commettee Referent) : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 050 621 2900;
dr Alberto De Rosa ((Resp. CNR Central Library): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., +39 06.4993.2017-2018;
dr.ssa Luisa De Biagi (CNR Central Library) , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 06.4993.3081

 

La mostra documentale organizzata in occasione dei 90 anni della Biblioteca Centrale 'G. Marconi'  sarà visitabile presso la Sala A della Biblioteca fino al 31 dicembre 2017, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.

 

La Biblioteca centrale del Consiglio nazionale delle ricerche compie 90 anni. L’evento è stato festeggiato alla presenza di Maria Elettra, figlia di Guglielmo Marconi, l’allora presidente al quale la Biblioteca è dedicata. Si sono così idealmente aperte le celebrazioni di un anno che può definirsi marconiano a tutti gli effetti, considerando i due prossimi anniversari che cadranno il 20 luglio, per l’80nnale della morte, e il 2 settembre, con il 90nnale della presidenza del Cnr.

La Biblioteca centrale fu istituita il 24 maggio 1927, a seguito dell'attribuzione al Cnr del deposito legale delle pubblicazioni tecnico-scientifiche prodotte in Italia, tanto da ottenere il titolo di ‘Biblioteca nazionale della scienza e della tecnica’. Per celebrarla è stato organizzato un convegno cui – con il presidente del Cnr, Massimo Inguscio - hanno partecipato il direttore della Biblioteca, Alberto De Rosa, gli onorevoli Marco Di Lello e Luigi Dallai, studiosi ed esperti.

“È per me un’emozione e una gioia essere qui, insieme al presidente Inguscio, al Cnr al quale mio padre era tanto legato”, ha detto Elettra Marconi. “Sono fiera di essere la figlia dell’uomo che a 21 anni aveva già inventato la radio, un uomo di intelligenza ed entusiasmo straordinari. Era impossibile fermarlo. Raccontava che gli uomini sono più difficili da comprendere rispetto alle forze della natura e ai misteri della scienza. Me lo ricordo chiuso nella cabina della nave che porta il mio nome, intento nei suoi esperimenti con la radio e ogni tanto chiamava me e mia madre Cristina per farci sentire le voci dal mondo. Per noi tutto quello che ci mostrava e spiegava era magico. Potevo chiedergli qualsiasi cosa, mi rispondeva come fossi un’adulta, così come incoraggiava sempre i giovani, per i quali aveva un’autentica passione. Per questo vorrei che il palazzo che lui mi ha lasciato, a Bologna, diventasse un centro internazionale di studi scientifici per i giovani di tutto il mondo. La radio è soprattutto questo, un mezzo che consente a chi è lontano di entrare in comunicazione, creando amicizia tra persone, culture e popoli diversi”.

La figura del premio Nobel come modello per i giovani è stata rievocata anche dal presidente del Cnr. “Uomo dotato di grande curiosità e e idee, intuito scientifico ma al tempo stesso senso pratico e spirito imprenditoriale. Marconi ha dimostrato al mondo del suo tempo e alle generazioni successive come non ci sia differenza tra la ricerca di base e quella applicativa e come ai ricercatori sia richiesta soprattutto immaginazione, fantasia, capacità di rischiare e mettersi in gioco, di avere dubbi positivi da cui poi possono scaturire scoperte affascinanti. Per questo dobbiamo investire specialmente sui giovani, che non hanno preconcetti e stratificazioni mentali e possono spaziare più liberamente nell’ignoto, sempre imparando dai progressi e lezioni del passato quali quelli, straordinari, di Marconi. Il Cnr è il degno erede del presidente che stiamo celebrando perché contribuisce a far avanzare una conoscenza senza barriere disciplinari o nazionali, per la salute delle persone e il bene della terra. Le difficoltà ci sono, oggi come ieri, lo stesso Marconi lamentava la scarsità di finanziamenti al governo dell’epoca – ha concluso Inguscio – ma dobbiamo batterci per far comprendere che i soldi dedicati alla ricerca sono investimenti e non spese. Per ogni euro che il Cnr riceve per la ricerca ne attrare 60 centesimi in più su base competitiva. Le nostre ricercatrici e ricercatori sono tra i più bravi al mondo e siamo, come Ente, al primo posto in Italia per numero di famiglie di brevetti e bandi vinti e finanziati dall’ERC-European Research Council, solo per citare alcuni risultati recenti”.

English version 

Rassegna Stampa 90 anni:

RAI TELEVIDEO - 20.05.2017

STAFFETTA QUOTIDIANA - 20.05.2017

AISE - 24.05.2017

ASKANEWS - 24.05.2017

ASKANEWS2 - 24.05.2017

DIREGIOVANI.IT - 24.05.2017

METEOWEB.EU - 24.05.2017

PRIMAPAGINANEWS - 24.05.2017

AGENZIADISTAMPA.EU - 25.05.2017

ATTUALITA.IT - 25.05.2017

FRAMMENTIDIPACE.IT - 25.05.2017

SALUTEDOMANI.COM - 25.05.2017

SALUTEH24 - 25.05.2017

LA TECNICA DELLA SCUOLA.it - 25.05.2017

PORTALE ITALRADIO - 26.05.2017

 

VIDEO 90 ANNI BIBLIOTECA DEL CNR

VIDEO SKY TG24

 

Programma del convegno organizzato in occasione dei 90 anni della Biblioteca Centrale 'G. Marconi'

Gallery dell'evento

 

L'Almanacco della Scienza nel mese di giugno 2017 è dedicato a Giuglielmo Marconi e alla Biblioteca Centrale

 

 

 

 

Per i colleghi della Sede Centrale e di zone limitrofe (max 20 partecipanti su prenotazione), l'incontro può essere seguito anche in Aula Golgi Cnr, II piano ala Nuovissima, Roma, P.le A. Moro, 7

Meeting formativo in videoconferenza  sull'utilizzo della nota piattaforma multidisciplinare di normative tecniche e standard internazionali Astm Compass (American Society for Testing and Materials) di cui la Biblioteca Centrale del Cnr rappresenta uno degli storici sottoscrittori.

Astm è un leader riconosciuto a livello mondiale nello sviluppo e fornitura di standard internazionali.

Oggi le norme Astm sono utilizzate in tutto il mondo per migliorare la qualità dei prodotti, aumentare la sicurezza, facilitare l’accesso al mercato e il commercio e costruire la fiducia dei consumatori. La biblioteca digitale Astm su piattaforma Compass http://www.astm.org/astm-portals.html comprende: oltre 12.500 standard, 123.000 pagine di articoli pubblicati sulle riviste di Astm, 1.550 ebook, 29.000 technical paper, atti di convegni e abbraccia tutta l’ingegneria dell'informazione, compresi i settori aerospaziale, chimica, civile, ambientale, geologico, salute e sicurezza, meccanica, nucleare, petrolio, scienza del suolo e l'ingegneria solare.

Speaker: Nick Ecart (Publications and Sales Marketing), International Sales Europe, Middle East and Africa Director.

Istruzioni di collegamento per Astm web-ex.
Ora d'inizio : 14:00, Europe Summer Time (Rome, GMT+02:00)
Numero Sessione/ Codice di Accesso 798 466 086

A) Collegamento online
Per raggiungere il meeting virtuale
-------------------------------------------------------
1. Vai su https://astm.webex.com/astm/k2/j.php?MTID=t0e86869d7737f5d457ae9dc05bfa3be1
2. Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel lato destro della pagina
3. Clicca "Join Now".

B) Collegamento audio

1. Segui le istruzoni nello schermo per raggiungere la teleconferenza e utilizza la funzionalià  call back -raggiungi la teleconferenza digitando CON IL TELEFONO FISSO lo  001-877-668-4490 e digitando il tup numero Sessione/Codice di Accesso: 798 466 086

Per ricevere una call back (Chiamata dal Sistema), fornisci il tuo numero telefonico quando raggiungi la sessione di Training o chiama il numero sotto e inserisci il tuo codice di accesso
Numeri globali call-in : https://astm.webex.com/astm/globalcallin.php?serviceType=TC&ED=289285917&tollFree=1
Mostra le restrizioni  toll-free  https://www.webex.com/pdf/tollfree_restrictions.pdf

Organizzato da:
Cnr-Biblioteca Centrale
Deanet srl, Astm International

Referente organizzativo:
Luisa De Biagi
P.le A. Moro, 7 - 00185 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
06.4993.3081-2018, 06.8553154
Istruzioni di collegamento: vedi nel campo descrizione.

Modalità di accesso: ingresso libero
Per i colleghi della Sede Centrale e di zone limitrofe (max 20 partecipanti su prentoazione), l'incontro può essere seguito anche presso l'Aula Golgi del CNR, II piano ala Nuovissima, Roma, P.le A. Moro, 7. Si rilascerà attestato ai partecipanti.

Vedi anche:

CNRBiblio è la APP realizzata grazie al finanziamento del progetto “BiblioApp: servizi bibliotecari a portata di smartphone”- risultato tra i vincitori (1° classificato)  dell’edizione 2015 del “Premio per l’Innovazione del CNR” relativamente all’area tematica: miglioramento dei flussi informativi interni e dei canali di comunicazione verso l’esterno, in termini di accessibilità, trasparenza, responsabilità, immagine.

L’obiettivo del progetto è rendere disponibili, attraverso una APP a portata di smartphone, tutte le informazioni, i documenti scientifici ed i servizi utili agli utenti sempre di più alla ricerca di risposte veloci e adeguate ai propri bisogni di informazione, formazione, studio, lavoro.

 

 

Gruppo di lavoro - Biblioteca Centrale “G. Marconi” del CNR

Il progetto è nato dall’idea di Maria Adelaide Ranchino (Responsabile del progetto), Emanuela Cilione, Luisa De Biagi, Giorgia Migliorelli  con la collaborazione di Chiara D’Arpa, Isabella Florio, Marco Martini, Sara Santorsa

 

Ringraziamenti

Si ringrazia il Consiglio Nazionale delle Ricerche e in particolare la Struttura di Particolare Rilievo ‘Biblioteca’ della DCSRSI-CNR diretta da Alberto De Rosa per aver garantito il supporto operativo alla realizzazione del progetto

 

La Biblioteca Centrale si è aggiudicata il 'Premio per l'innovazione 2015', grazie  all'esito della votazione della giuria interna, composta dai dipendenti CNR, e della giuria tecnica.

Il progetto ha per titolo: CNR Biblio App. Servizi bibliotecari a portata di smartphone

Per consultare la graduatoria finale, consultare il sito http://www.premioinnovazione.cnr.it/graduatoria_finale.php

 

VIDEO e FOTO della Cerimonia di premiazione

 

 

Da gennaio 2017 la Biblioteca Centrale 'G. Marconi' è entrata a far parte del "Polo delle scienze" del Servizio Bibliotecario Nazionale (Polo EVE-SBN), in seguito ad un accordo di collaborazione tra le Biblioteche centrali dell’Istituto Nazionale di Geofisica e vulcanologia (INGV) e del Consiglio nazionale delle Ricerche (CNR).

Il Polo è nato nel 2012 come sistema bibliotecario dell’INGV con la denominazione di Polo EVE (EARTHQUAKES, VOLCANOES, ENVIRONMENT).

Dopo l’adesione della Biblioteca Centrale del Cnr nel 2016 il Polo è stato rinominato ‘Polo delle Scienze’ con l’obiettivo di coinvolgere, successivamente, altre biblioteche di carattere tecnico-scientifico appartenenti ad Enti o istituzioni di ricerca.

Il Polo intende, inoltre, valorizzare e rendere disponibili i patrimoni bibliografici e documentali delle Biblioteche che ne fanno parte e sviluppare servizi innovativi per le propria rete scientifica e per l’intera collettività.

Dal 2017 il Polo delle Scienze utilizza il software applicativo Sebina Next realizzato da Data Management.

Per la gestione e lo sviluppo dei servizi bibliotecari, i partner del Polo hanno costituito un "Comitato di gestione".

Sottocategorie

Le ultime notizie dal Team Joomla!

© 2016 - P.le Aldo Moro, 7 - 00185 ROMA ISNI 0000 0000 8950 0474

Biblioteca Centrale 'G. Marconi'

Il sito utilizza cookie per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.